1988/89 

 

 

Condividi

 

Serie A1

La Libertas Livorno quest'anno sponsorizzata  Enichem e la Pallacanestro Livorno abbinata allo sponsor Allibert partecipano al campionato di serie A1

 

LIBERTAS LIVORNO ENICHEM  PALLACANESTRO LIVORNO ALLIBERT                                

 

PRESIDENTE: GAETANO D'ALESIO

ALLENATORE: ALBERTO BUCCI

 

ALEXIS WENDELL

BINION JOE

CARERA FLAVIO

DE RAFFAELE WALTER

FANTOZZI ALESSANDRO

FORTI ANDREA

MANTOVANI GIANLUCA

PELLETTI ANDREA

PIETRINI ALBERTO

ROSSI MASSIMO

TEDESCHI RICCARDO

TONUT ALBERTO

WOOD DAVID

 

PRESIDENTE: MARIO VIGONI

ALLENATORE: GIANCARLO SACCO

 

ADDISON RAFFAEL

BONACCORSI CLAUDIO

BURGALASSI UMBERTO

DEL BUONO UMBERTO

DIANA GIOVANNI

DONADONI SERGIO

PICOZZI FRANCI

PUCCI ALESSANDRO

SIMEOLI MARIO

TOSI STEFANO

WRIGHT BRAD

 

 


Andata  LIBERTAS   Ritorno LIBERTAS  

ENICHEM - KNORR

PAINI - ENICHEM

HITACHI - ENICHEM

ENICHEM - ARIMO

DIVARESE - ENICHEM

ENICHEM - SCAVOLINI

ALNO - ENICHEM

ENICHEM - SNAIDERO

ENICHEM - C.RIUNITE

IPIFIM - ENICHEM

ENICHEM - ALLIBERT

PHILIPS - ENICHEM

ENICHEM - PHONOLA

BENETTON - ENICHEM

ENICHEM - VISMARA

101-82

97-94

96-99

85-74

98-79

102-90

90-86

104-101

112-90

111-112 ts

111-84

99-105

97-82

81-74

119-108

KNORR - ENICHEM

ENICHEM - PAINI

ENICHEM - HITACHI

ARIMO -  ENICHEM

ENICHEM - DIVARESE

SCAVOLINI - ENICHEM

ENICHEM - ALNO

SNADIERO - ENICHEM

C.RIUNITE - ENICHEM

ENICHEM  - IPIFIM

ALLIBERT - ENICHEM

ENICHEM - PHILIPS

PHONOLA - ENICHEM

ENICHEM - BENETTON

VISMARA - ENICHEM

100-99

105-94

104-90

80-71

90-78

87-78

88-91

98-93

93-89

109-85

93-85

100-94

97-99

89-77

114-118 ts

 

Andata  PIELLE   Ritorno PIELLE  

ARIMO - ALLIBERT

ALLIBERT - DIVARESE

ALLIBERT - BENETTON

PAINI - ALLIBERT
ALLIBERT
- PHILIPS

IPIFIM - ALLIBERT

ALLIBERT - PHONOLA

C.RIUNITE - ALLIBERT

VISMARA - ALLIBERT

ALLIBERT - KNORR

ENICHEM - ALLIBERT

ALLIBERT - HITACHI

ALNO - ALLIBERT

ALLIBERT - SNAIDERO

SCAVOLINI - ALLIBERT

92-73

86-85

85-75

85-88

87-103

109-99

85-79

105-95 ts

84-85

70-67

111-84

80-74

89-100

108-102

98-78

ALLIBERT - ARIMO

DIVARESE - ALLIBERT

BENETTON - ALLIBERT

ALLIBERT - PAINI

PHILIPS - ALLIBERT

ALLIBERT - IPIFIM

PHONOLA - ALLIBERT

ALLIBERT - C.RIUNITE

ALLIBERT - VISMARA

KNORR - ALLIBERT

ALLIBERT - ENICHEM

HITACHI - ALLIBERT

ALLIBERT - ALNO

SNAIDERO - ALLIBERT

ALLIBERT - SCAVOLINI

94-109

102-83

80-78

0-2 a tav.

84-85

78-93

87-77

95-88

92-100

87-86

93-85

88-99

89-77

87-84

76-86

 

CLASSIFICA SERIE A1

SCAVOLINI PESARO

ENICHEM LIVORNO

KNORR BOLOGNA

BENETTON TREVISO

PHILIPS MILANO

SNAIDERO CASERTA

ARIMO BOLOGNA

PAINI NAPOLI

DIVARESE VARESE

VISMARA CANTU'

ALLIBERT LIVORNO

PHONOLA ROMA

C.RIUNITE REGGIO EMILIA

IPIFIM TORINO

HITACHI VENEZIA

ALNO FABRIANO

*1 punto di penalizzazione

42

38

36

36

36

36

34

34

34

33*

28

22

20

20

18

12

 

 

 

Philips Milano campione d'Italia dopo finali play-off contro l'ENICHEM LIVORNO. Retrocesse direttamente in serie A2 HItachi Venezia e Alno Fabriano. Retrocesse, invece, dopo i play-out anche ALLIBERT LIVORNO e  Ipifim Torino.

 

PLAY - OFF (QUARTI DI FINALE) LIBERTAS

ENICHEM - ARIMO

ARIMO - ENICHEM

84-73

68-77

PLAY - OFF (SEMIFINALI) LIBERTAS

ENICHEM - KNORR

KNORR - ENICHEM

ENICHEM - KNORR

79-77

91-78

108-82

 

PLAY - OFF (FINALI) LIBERTAS

GARA 1 ENICHEM - PHILIPS 92-79
GARA 2 PHILIPS - ENICHEM 100-81
GARA 3 ENICHEM - PHILIPS 69-73
GARA 4 PHILIPS - ENICHEM 77-83
GARA 5 ENICHEM - PHILIPS 85-86

 

PLAY - OUT PIELLE (GIRONE GIALLO - ANDATA)

ALLIBERT - SHARP

N.ROBERTS - ALLIBERT

ALLIBERT - IPIFIM

ALLIBERT - FILODORO

ANNABELLA - ALLIBERT

95-88

85-79

102-86

92-72

86-95

 

PLAY - OUT PIELLE (GIRONE GIALLO - RITORNO)

 SHARP - ALLIBERT

ALLIBERT - N.ROBERTS

IPIFIM - ALLIBERT

FILODORO - ALLIBERT

ALLIBERT  - ANNABELLA

99-88

86-101

99-76

104-103

95-85

 

CLASSIFICA FINALE GIRONE GIALLO PLAY-OUT

NEUTRO ROBERTS FIRENZE

SHARP MONTECATINI

IPIFIM TORINO

ALLIBERT LIVORNO

ANNABELLA PAVIA

FILODORO BRESCIA

16

14

12

10

4

4

 

Neutro Roberts Firenze e Sharp Montecatini si qualificano per la serie A1. Ipifim Torino, ALLIBERT LIVORNO, Annabella Pavia e Filodoro Brecia sono ammesse alla serie A2.


27/05/1989: STORIA DI UNO SCUDETTO RUBATO 

 

Un punto ed una manciata di centesimi di secondo separano la Libertas dal suo primo e storico scudetto. L'esaltante campionato dei ragazzi di Alberto Bucci si conclude nel modo peggiore, tra un mare di recriminazioni e di interrogativi senza risposte. Quello che doveva essere il primo scudetto di Livorno si è tramutato nel ventiquattresimo di Milano, superpotenza del campionato. Al resto ha pensato la vergognosa indifferenza della Federazione decrepita che ha messo a tacere l'epilogo di un torneo pesantemente condizionato nella sua regolarità da una miriade di controversi episodi. Il successivo terremoto verificatosi all'interno della Giudicante con il polemico abbandono di due Avvocati non fa altro che aumentare il senso di rabbia e di impotenza della Livorno sportiva. Non ci sono dubbi: gli estremi per ripetere la partita c'erano davvero tutti. Dal "Palazzo" sono filtrate notizie che parlano di telefonate e pressioni rivolte ai giudici chiamati in causa sul ricorso Enichem. Era la prima volta in Italia che una finale tricolore arrivava alla quinta partita. A decidere sul parquet sono i sensi visivi ed uditivi del "fenomeno paranormale" Zeppilli che, in qualità di primo arbitro ed andando contro il parere del collega Grotti, si assume la responsabilità di giudicare fuori tempo utile il canestro di Andrea Forti. L'Enichem disputa una grande finale, vince a tutti gli effetti sul campo con lo storico canestro a fil di sirena della "pantera rosa", illude per oltre mezz'ora l'immenso pubblico del Palallende e, addirittura, appare sugli schermi della RAI come la nuova squadra campione d'Italia per la stagione 1988/89. Sembrava un sogno, uno di quelli memorabili destinato a diventare leggenda. Ad interrompere l'idillio è arrivata dagli spogliatoi la notizia dell'annullamento del canestro labronico, sconcertante epigolo alla sceneggiata di una Philips che, dopo aver beffato in semifinale Pesaro (con Meneghin forse colpito da una moneta, impegnato nelle vesti di attore) ha ben pensato di bissare la commedia appropriandosi indecorosamente di un titolo mai così indegno di essere cucito su quelle maglie.

 

MONTECCHI E PREMIER: DA GIOCATORI DI PALLACANESTRO A PUGILI IN CAMPO

 

La temporanea, festosa invasione di campo della tifoseria giallo-blu è minata dagli "angioletti" milanesi Montecchi e Premier. Il primo si scaglia con veemenza contro un giovane sportivo reo di eccessivo entusiasmo con il risultato di mandarlo in ospedale a curare ferito di non poco conto; il secondo scatena una furibonda rissa culminata nell'aggressione ad un dirigente libertassino, ripetutamente colpito con pugni e calci.

 

LE LACRIME DI ALBERTONE BUCCI

 

I trenta minuti più lunghi nella storia della pallacanestro italiana, sono un'altalena di stati d'animo che è vietata ai malati di cuore. La straripante gioia dello spogliatoio Enichem tocca il culmine con le lacrime di Alberto Bucci e la conferma euforica di Nello D'Alesio che ai microfoni della TV di Stato annunciano di voler allestire una squadra ancora più competitiva per far fronte alla imminente partecipazione alla Coppa dei Campioni.

 

LA CITTA' E' INVASA DALLA GIOIA

 

Le strade cittadine vengono immediatamente invase da rumorosi caroselli festanti di auto e motociclette: la Livorno sportiva si tinge di gialloblu ed alzo orgogliosa il suo vessillo.

 

DOPO IL DOLOROSO ANNUNCIO ECCO LE REAZIONI COMPOSTE

 

Il sogno dura poco. Con molta tristezza ma con una straordinaria compostezza, cessano le grida di felicità, cessa l'illusione di una città intera che aveva intravisto lo storico traguardo tricolore. Tra l'incredulità si attende la conferma di quanto inevitabilmente andava sviluppandosi mentre, nonostante tutto, il telegiornale di RaiUno inaugura i servizi sportivi con l'Enichem Livorno campione d'Italia 1988/89.

 

SI E' DECISO TROPPO TARDI

 

Quel che più brucia è il ritardo con il quale è stata maturata la decisione finale. Il regolamento impone ai due fischietti di concludere la gara sul campo e non certamente di andare negli spogliatoi e rigiocarsela in privato.

 

NULLO IL RICORSO

 

A niente sono valsi i successivi reclami della società gialloblu, affidatasi alle esperti cure di noti legali. Anche l'irriverente episodio legato all'americano di Milano King, che gioca nonostante i suoi 5 falli che a referto non sono mai comparsi, cade nel vuoto tra la desolazione generale.

 

LA PRIMA VOLTA PER LA PIELLE IN EUROPA

 

Sono i cecoslovacchi della Slovnft Bratislava i primi ed unici avversari dell'Allibert in Coppa Korac. Pesantemente condizionati da un clima polemico ed in piena contestazione, i biancorossi di via Cecconi  cedono di una lunghezza tra le mura amiche per poi tornare battuti anche dal lungo viaggio verso Est di cinque punti di passivo.

 

GIRONE D'ANDATA DA FAVOLA PER LIVORNO

 

Enichem in testa a quota 22; Allibert in terza posizione a quota 18: viene da stropicciarsi gli occhi. Al giro di boa della Regular Season Livorno detta all'Italia cestistica la legge del più forte. 

 

DOPO CINQUE SCONFITTE L'ALLIBERT TRIONFA A MILANO

Incredibile ma vero. L'Allibert reduce da cinque sconfitte consecutive, compreso lo 0 a 2 a tavolino in casa contro Napoli, va a vincere al Palatrussardi contro i Campioni d'Europa di Milano per 85 a 84. Addison e Donadoni sono i mattatori dell'incontro con 28 e 25 punti. Anche l'Enichem in precedenza aveva sbancato Milano con il punteggio di 105 a 99.

 

PLAY-OUT FATALI PER LIVORNO

 

Sfortunata la fase post-campionato per la squadra di via Cecconi. In A1 vanno Firenze e Montecatini, entrambe provenienti dalla serie A2, mentre la Pielle è costretta a retrocedere.

 

VIA AI LAVORI PER IL NUOVO PALASPORT

 

Il nuovo impianto di Campo di Marte è finalmente in cantiere (dureranno oltre 10 anni i lavori!!!!!). La capienza dei posti è 8.500. L'impianto oggi si chiama PalAlgida e si trova nella zona della Porta a Terra.

 

LA PIELLE COMPIE IL BIS AL TROFEO NAZIONALE

 

Secondo successo consecutivo in campo nazionale per i "Ragazzi" di via Cecconi.

 

ACCEDI ALLE PARTITE DELLA FINALE SCUDETTO, CLICCA QUI SOTTO

 

GARA 1

GARA 2

GARA 3 GARA 4 GARA 5 LE FOTO DELLA FINALE I CAMPIONATI

 

pag. prec.« HOME PAGE DEI CAMPIONATI | HOME PAGE | PRIVACY »pag. succ.