1960/61

 

 

Condividi

 

Prima Serie (ELETTE)

 

LIBERTAS LIVORNO 

PRESIDENTE: DINO LUGETTI

ALLENATORE: OTELLO FORMIGLI

 

BARONCINI MAURO

BUFALINI SAURO

COSMELLI MAURIZIO

GATTO SILVIO

GUANTINI GIANFRANCO

MARCACCI GIULIANO

ORZALI GIUSEPPE

POSAR STELIO

RAFFAELE ROBERTO

SABATINI CARLO

VATTERONI VALERIO

 


Andata   Ritorno  

LIBERTAS - GIRA LOVARI

LEVISSIMA - LIBERTAS

LAZIO - LIBERTAS

LIBERTAS - SIMMENTHAL

LANCO - LIBERTAS

LIBERTAS - IGNIS

IDROLITINA - LIBERTAS

LIBERTAS - PETRARCA

STELLA AZZURA - LIBERTAS

LIBERTAS - BIELLA

TRIESTINA - LIBERTAS

62-51

72-61

73-66

60-74

75-62

52-69

70-42

57-62

54-66

56-58

61-77

GIRA LOVARI - LIBERTAS

LIBERTAS - LEVISSIMA

LIBERTAS - LAZIO

SIMMENTHAL - LIBERTAS

LIBERTAS - LANCO

IGNIS - LIBERTAS

LIBERTAS - IDROLITINA

PETRARCA - LIBERTAS

LIBERTAS - STELLA AZZURRA

BIELLA - LIBERTAS

LIBERTAS - TRIESTINA

77-64

64-67

82-63

86-55

80-54

85-54

78-74

65-73

58-56

62-55

82-55

                                                                                                                     

CLASSIFICA

 

IGNIS VARESE

VIRTUS IDROLITINA BOLOGNA

SIMMENTHAL MILANO

LEVESSIMA CANTU'

LIBERTAS BIELLA

LANCO PESARO

LIBERTAS LIVORNO

STELLA AZZURRA ROMA

PETRARCA PADOVA

LAZIO MIGAS ROMA

GIRA LOVARI BOLOGNA

GINNASTICA TRIESTINA

 

43

40

40

34

33

32

31

32

32

29

29

23

 

Ignis Varese campione d'Italia.

Ginnastica Triestina e Gira Lovari Bologna (Gira Lovari dopo lo spareggio perduto contro Lazio Migas Bologna) retrocedono in Seconda Serie (Serie A).


LA LIBERTAS PIU' CHE TRANQUILLO

 

La compagine livornese, sponsorizzata dalla MAR, dopo il successo iniziale sul Gila Lovari, inciampa in sette sconfitte consecutive. Si parla di già di campionato perso quando giungono i primi squilli di vitalità con i successi sulla Stella Azzurra Roma e Trieste. Lo spettro della retrocessione è comunque sventato da un finale di torneo veramente entusiasmante con ben quattro vittorie consecutive nelle ultime cinque partite che consentono agli amaranto di chiudere addirittura al settimo posto in classifica. Prestigiosa la vittoria casalinga contro la Virtus Bologna dove un grande Maurizio Cosmelli riesce tirare fuori un repertorio di prodezze per palati sopraffini. Migliore realizzatore della stagione risulterà Sauro Bufalini con 261 punti.

 

UN IMPIANTO ACCOGLIENTE

 

Sono Settecento i posti ufficialmente riconosciuti al nuovo impianto sportivo cittadino, costruito di fianco allo stadio comunale, in via dei Pensieri. Le partite di cartello e la crescente passione per questo sport dei livornesi fanno raggiungere al palasport, con un pò di straordinario, gli oltre 1000 persone. L'inaugurazione avviene con la disputa di un incontro internazionale tra la Libertas Livorno ed un fortissima compagine cecoslovacca.

 

NELLA IGNIS DELLO SCUDETTO C'ERANO ANCHE DUE LIVORNESI

 

La squadra varesina, allenata da Garbosi, si aggiudica lo scudetto dopo quattro stagioni di dominio Simmenthal. E' la prima volta nella storia della pallacanestro che il titolo si ferma a Varese, ne seguiranno molti altri. Un pezzo di tricolore è targato Livorno grazie al contributo di Mario Andreo e Vinicio Nesti, grandi protagonisti della vincente cavalcata dei "gialli" con 21 successi ed 1 sola sconfitta. Questa è la squadra: ANDREO, BORGHI, GATTI, CAVAGNIN, MAGGETTI, MAGISTRINI, NESTI, PADOVAN, VIANELLO E ZORZI.

 

LA LIVORNO PALLACANESTRO DIVENTA PALLACANESTRO LIVORNO

 

Da Livorno Pallacanestro a Pallacanestro Livorno, ma non si tratta della stessa società La vecchia passa il timone alla nuova. Alfredo Damiani e la Compagnia Lavoratori Portuali sono gli artefici della nascita del sodalizio che, in pochi anni, compirà passi da gigante. La nuova formazione annovera nelle proprie fila molti dei componenti dell'ex C.S.I. e centra immediatamente la promozione in quella Serie A meglio nota come seconda categoria. Ampiamente ripagati gli sforzi economici sostenuti dal presidente Danilo Brondi.

 

LA LIBERTAS JUNIORES VINCE IL SUO PRIMO SCUDETTO

 

La squadra degli Juniores allenata dal solito "Cacco" Benvenuti vince il suo primo tricolore in una entusiasmante finale giocata a Bologna con il Simmenthal Milano. Questi i nomi della squadra protagonisti del primo tricolore: BENISTI, CEMPINI, CHIRICO, MASSIMO COSMELLI, DAZZI, D'ORIA, NATALINI, POZZILLI, SUGGI,  TORRITI e VILLETTI. 

 

pag. prec.« HOME PAGE DEI CAMPIONATI | HOME PAGE | PRIVACY »pag. succ.